Democrazia, elezioni ed affluenza: opinioni su una proposta radicale


#21

Giustappunto sta girando questa petizione.
Non potrebbe essere argomento per una proposta di legge?


#22

la trovo condivisibilissima e deverosa: è il minimo, diciamo. Ma non prende di petto il problema che riguarda la Comunità, la Democrazia, la responsibilità a palesarsi di fronte a scelte che riguardano più generazioni. E su cui presto o tardi bisognerà parlare


#23

l’andamento è positivo, ne convengo, ma è la base popolare che dà un senso alla Democrazia, anche quando la sua espressione sono degli scarabocchi sulla scheda. Mi piacciono le scritte sulle lenzuola appese fotografate e riportate da questo e quel giornale: quando vengono conteggiate tra le schede annullate hanno un valore diverso (e ogni riferimento a fatti accaduti è davvero casuale: un domani potrebbe accadere con altri)


#24

Certo che sarebbe importante, tenendo conto che molti universitari sarebbero nostri elettori naturali.


#25

Interessante a proposito l’articolo https://www.ilfattoquotidiano.it/2019/07/14/disuguaglianze-ecco-perche-chi-e-svantaggiato-non-si-ribella-e-i-dominanti-si-convincono-di-meritare-i-privilegi/5309503/ di Chiara Volpato


#26

Giustissimo, in questi ultimi mesi Trump sta falciando via intere fasce di elettorato, in aree degli Stati Uniti a lui avverse e popolate da classi sociali medio basse e basse (così come da latinoamericani, LGBT, afroamericani) che ovviamente votano per il Partito Democratico.

Quello americano non è un buon esempio di democrazia partecipativa e totalmente inclusiva, Trump si comporta da piccolo duce (sarà per le letture che fa, come lo spregevole Mein Kampf di Hitler, e l’ammirazione mai celata per Mussolini) in Italia e in Europa siamo molto più avanti di loro da moltissimo tempo. @mirco.guietti.422052