Temi per la campagna elettorale europea


#1

Salve, come suggeriva qualcuno nell’altro infinito topic, direi che è il momento di parlare di temi concreti. Come collegare le battaglie di Possibile con quelle dei Verdi Europei?

Le sovrapposizioni sono parecchie, starà a noi farle venire fuori, dato che in Italia si sa abbastanza poco di questo gruppo. Spesso li si associa banalmente ai verdi italiani, o a una confusa idea di “no a plastica e carbone”.

Per avere le idee più chiare, consiglio di dare un’occhiata alla pagina ufficiale con delle brevi descrizioni dei temi principali.

Spicca, per esempio, la questione del minimum income:


#2

Sì, d’accordo, il tempo dei post-mortem deve terminare. Se ci sarà da cambiare qualcosa nell’organizzazione, considerando la gestione finora, poi se ne parlerà. Ora bisogna puntare alle elezioni, anche perché penso che siamo al la va o la spacca. Chi ha idee, le proponga.


#3

Vorrei che parte della nostra campagna si focalizzasse sul tema della violenza sulle donne e sulla necessità di una educazione alle emozioni, al sesso e ai sentimenti nelle scuole. Posto il link alla campagna di Amnesty:


E il video: https://www.youtube.com/watch?v=LqwXEy06zSo


#4

Non riesco a incollare il link, ma suggerisco di vedere le attività di Operation Libero in Svizzera, creato da un gruppo di giovani che ha di fatto bloccato la destra sovranista lì. Credo che i loro temi e tattiche possano essere da insegnamento. Lì trovate facilmente con Google. Da studiare e imitare.


#5

Vedo con un po’ di dispiacere che c’è stato poco movimento qui.

Segnalo anche il punto della lotta all’evasione e all’elusione fiscale dei grandi capitali, continuando sul durissimo lavoro fatto sui Panama Papers in questa legislatura.


#6

Effettivamente nel programma il tema è appena sfiorato

Però facendo qualche ricerca in merito alle iniziative parlamentari, proprio a prima firma di Ska Keller, ho trovato questo

http://www.europarl.europa.eu/doceo/document/B-8-2017-0577_IT.html

Invita gli Stati membri a configurare come reato le molestie sessuali sotto tutte le forme e ad attuare politiche di prevenzione, educazione e sensibilizzazione al fine di garantire che l’approccio basato sulla tolleranza zero diventi la norma;


#7

Grazie per la ricerca.


#8

Sì, Ska Keller è da sempre molto impegnata su questo versante. D’altronde, come anche il lavoro di Elly ci ha insegnato in questi anni, ci sono tantissimi temi sui quali molti Verdi/EFA, GUE/NGL e S&D riescono a lavorare bene insieme e a spingere il Parlamento verso posizioni ambiziose.


#10

Questa intervista non rischia di suscitare troppo entusiasmo…


#11

Infatti, pessima intervista.

Tra l’altro, è fuori anche dallo spirito dei Verdi in giro per l’UE, che si vedono sì come potenziali interlocutori per sinistra, centrosinistra o centro, ma senza questo approccio da “cappello in mano” portavoti. :neutral_face:


#12

Qualcuno si é iscritto come volontario digitale per la campagna degli european greens? (https://vote.europeangreens.eu/volunteer) sarebbe bello poter usare materiali simili (se magari forniscono dei template per esempio, o strategie per i social) per fare campagna anche localmente senza che ognuno si debba preparare le proprie grafiche o inventarsi cose, visto che loro probabilmente hanno anche uno staff professionale dietro la campagna.


#13

Sì è veramente una bella iniziativa, purtroppo però le iscrizioni per il primo turno sono state già chiuse, temo prima che da noi si decidesse cosa fare. Se non sbaglio, faranno un altro breve giro di selezioni dopo pasqua, per il rush finale.

Sul tema interviste, invece, segnalo questa qui fatta da Repubblica a uno dei due candidati alla presidenza della Commissione, Bas Eickhout dei Groenlinks (Paesi Bassi).


#14

Bella l’intervista! Grazie del link.
Si c’é un nuovo giro di iscrizioni a fine mese, valuteró se iscrivermi (dipende molto da quanto tempo c’é da mettere a disposizione :upside_down_face:)


#15

So che a grandi linee è stato detto ma mi piace dare un quadro complessivo.
I Verdi europei hanno tanti temi oltre a quelli dell’ambientalismo (in un senso di innovazione), di giustizia sociale (per esempio l’elusione fiscale delle multinazionali dei servizi web), sui diritti civili, l’accoglienza e l’integrazione dei migranti. Le differenze con la sinistra in senso stretto è che è meno ideologica sui temi economici, anche se si è reso evidente che il sistema di libero mercato attuale non è compatibile con la sostenibilità ambientale e quindi va rivisto in senso più etico.
Stanno facendo una bella campagna per le Europee, sul sito e sulle pagine social propongono contenuti molto efficaci e belli da vedere, diciamo fighi. Sembrano dettagli ma fanno tanto al giorno d’oggi, ed è interessante vedere come siano avanti rispetto alla comunicazione politica italiana (a parte Possibile, sarò di parte ma è quella che più si avvicina). Vedo che la pagina di EuropaVerde li ha postati sottotitolati, è già qualcosa.


#16

Sì, devo dire che hanno un approccio molto bello ai “nuovi” media.


#17

Suppongo che per la campagna ci siano contatti e coordinamenti tra il nostro CO e i verdi anche a livello Europeo.
Magari fra qualche giorno ricevermo indicazioni da parte dei portavoce, sia per la campagna social che per quella sui territori, forse dopo la chiusura delle liste.
Nel frattempo le pagine di Europa Verde e European Greens che avete già menzionato diffondono contenuti di ottima qualità (nella forma e nella sostenza)


#18

Visto che pare poco probabile che Possibile sia invitato a formare il prossimo governo, il discorso di parlare con gli altri consanguinei non mi sembra un’eresia. Come i Verdi, io sono poco dogmatico e dunque, esclusa la destra, io non credo che si debba precluderci nulla. Certo, finché il PD è zeppo di renziani, me ne sto alla larga come voto, ma con chi altri potremmo parlare di politiche da attuare, magari tirandoli per la giacca? E se il primo obiettivo deve essere necessariamente bloccare la destra, chi ci rimane come vera forza politica col quale interagire?


#19

Non è che riusciamo a farci invitare in TV, a Propaganda Live? Potrebbe essere un ponte per agganciare una fetta di elettorato progressista, che penso segua in massa quel programma. Per farci conoscere, per fare sapere i nostri temi. Una bella intervista a Civati magari, prima che intervenga la parte condicio, no?


#20

Lunedì c’è la presentazione ufficiale delle liste per le cinque circoscrizioni italiane.


#21

Cominciamo subito, adesso, a diffondere a pioggia sui social networks, ognuno tra i propri contatti, questa notizia. Cominciamo a far discutere di Europa Verde, senza aspettare la campagna elettorale vera e propria. Io l’ho già fatto.